Calendario Eventi

MF News

  MF News -> ARTICLE    [ Cerca ]  [Vai ai Commenti]  
[PPTQ Standard Monopoli (Ba) 13.09.15] Hangarback Abzan by Marco Mazzone [Winner]

Salve a tutti ! Sono Marco Mazzone, ho 23 anni e vivo a Polignano a Mare (BA), sono qui oggi per il report del PPTQ svoltosi il 13 settembre 2015 a Monopoli (BA) presso General Game di Silvio Barletta.


La prima vittoria è quella che ti rimarrà per sempre nei ricordi, sperando che non sia anche l’ultima ! quindi tanto vale scrivere due righe così da poterla rivivere anche quando sarà passato un po di tempo.
Dopo moltissime indecisioni (fino alla sera prima ero abbattuto dopo una serie di sconfitte su cockatrice e stavo per deviare su abzan control) ho deciso di presentarmi con uno dei mazzi più in voga del momento, niente meno che Hangarback Abzan, ma con una piccola ma fondamentale variazione nella side, niente Elspeth, Sun's Champion, ma due bellissimi Evolutionary Leap.

Tutto ciò nasce da un idea del mio amico Pier Matteo Murro, che testando lo stesso mazzo, pochi giorni prima dell’evento, mi mostrò queste due carte di side, a cui a dirla tutta non avevo per niente pensato, e che mi hanno ingolosito da subito, a tal punto che le ho inserite anche se non ho nemmeno avuto il tempo di testarle prima del torneo, dato che il mio lavoro in estate mi lascia pochissimo tempo libero, ed infatti in torneo hanno dimostrato la loro efficacia nei match up contro i vari esper o abzan control.

Ma poche chiacchiere ed ecco la lista e l’analisi!!

// PPTQ Standard Monopoli (BA) 13.09.15
# Marco Mazzone - ''Abzan Evolutionary Pier'' - Winner
Maindeck:
Anafenza, the Foremost
Den Protector
Fleecemane Lion
Hangarback Walker
Siege Rhino
Wingmate Roc
Abzan Charm
Dromoka's Command
Hero's Downfall
Ultimate Price
Sorin, Solemn Visitor
Caves of Koilos
Forest
Llanowar Wastes
Plains
Sandsteppe Citadel
Temple of Malady
Temple of Silence
Urborg, Tomb of Yawgmoth
Windswept Heath
Sideboard:
Herald of Torment
Evolutionary Leap
Ultimate Price
Duress
Thoughtseize
Tragic Arrogance
Self-Inflicted Wound



25 TERRE

Caves of Koilos
Forest
Llanowar Wastes
Plains
Sandsteppe Citadel
Temple of Malady
Temple of Silence
Urborg, Tomb of Yawgmoth
Windswept Heath


25 terre e non 26 come nella lista del buon Mengucci, così da fare spazio alla terza Hero's Downfall senza la quale mi sentivo nudo davanti al popo di viandanti presenti nell’attuale meta, il resto è la classica mana base dell’ abzan aggro, ma senza il mono Temple of Plenty .

22 CREATURE

Anafenza, the Foremost
Den Protector
Fleecemane Lion
Hangarback Walker
Siege Rhino
Wingmate Roc


poco da dire, un ammasso di cattiveria, a partire dal nuovo arrivato Hangarback Walker che si tira addosso fin troppe rimozioni lasciando sempre regalini dopo la sua dipartita, Anafenza, the Foremost che va d’amore e d’accordo con l’amichetto porta turbinanti, il super leoncino che fin da khans of tarkir ha sempre trovato posto tra main e side delle mie varie versioni abzan, il Wingmate Roc che non riesco proprio ad amare, ma che mi ha salvato la vita più di una volta, la MILF dell’ anno Den Protector che ricicla più di un membro di  Legambiente e per finire la carta dell’ anno Siege Rhino il mio amore travolgente, la carta che non riesco ad odiare nemmeno quando mi viene giocata contro. la disperazione negli occhi dei miei avversari ad ogni mia topdeckata quando si ritrovano a 3 o meno punti vita, lascia intendere tutto. sono troppo smielato, penso che adotterò dei rinoceronti da tenere in campagna.


11 ISTANTANEI

Abzan Charm
Dromoka's Command
Hero's Downfall
Ultimate Price


ecco qua il reparto removal del mazzo, ogni volta che buildo e mi trovo a pensare alle removal da inserire nel deck mi sento come se fossi dentro AMMU-NATION in Grand Theft Auto così tanta roba e così poco spazio. Abzan Charm è secondo me la migliore un common da standard che sia stata stampata in Khans of Tarkir, fiumi di parole sono stati spesi sulla sua versatilità.
Dromoka's Command è un'altra bella carta, molto sinergica con la strategia del mazzo e para botti, sacca corsiere, in poche parole tante belle cose. Hero's Downfall sto già piangendo per la loro scomparsa che avverrà tra pochi giorni e per l’arrivo del cugino zoppo ruinous path , sempre efficiente e sempre la prima carta ad essere esiliata al primo +2 di Ashiok, Nightmare Weaver. Finiamo con gli Ultimate Price che posso descrivere solo come le pecore nere del reparto in quanto nel meta attuale riescono ad avere pochi target per mazzo, ma prima o poi arriva sempre il loro momento, tranne che contro esper dragons, in quel caso fanno la muffa in mano o te le tiri per disperazione sulla tua den protector in risposta alla downfall avversaria.

2 PLANESWALKER

Sorin, Solemn Visitor

il Sig. Sorin ha una storia tutta sua, da quando è uscito è stato il viandante che ho cercato sempre di inserire nei miei deck, il suo impatto sulle partite non è sempre decisivo, ma molte volte entra saluta tutti e porta a casa il game, l’ episodio più simpatico mi porta alla notte prima del torneo, sarà stata l’1.30 più o meno e dopo 5 ore di disastrose partite su cockatrice stavo cercando nell’armadio magico del locale di comitiva, tutti i token necessari, quando mi passa davanti un emblema di sorin, lo guardo, lo snobbo e gli dico “tanto non mi servirai mai” e lo lascio lì, il giorno dopo, il g3 della finale l’ho portato a casa grazie ad un emblema piazzato di settimo turno, per la cronaca ho scritto “emblema  sorin” sul retro di una pianura base che adesso conserverò gelosamente per il resto della mia esistenza terrena.

SIDEBOARD

Herald of Torment
Evolutionary Leap
Ultimate Price
Duress
Thoughtseize
Tragic Arrogance
Self-Inflicted Wound


niente di che, in pratica la solita side da abzan walker,se non fosse per loro, Evolutionary Leap la carta sorpresa, una vera e propria scommessa dato che è entrata nella mia side senza che avessi neanche il tempo per testarla, non ci sono parole per descrivere la sopresa negli occhi dell’oppo quando entrava nel campo di battaglia, sorpresa che subito dopo diventava disperazione poiché i mazzi contro cui la carta entra post side solitamente non hanno risposte per un incantesimo o meglio ancora le hanno e le sideano fuori dopo il g1. 2 parole anche per Herald of Torment che prima o poi mi piacerebbe riuscire a piazzare su un leone mostruoso giusto per vedere un leone 77 volante hexproof indistruttibile che effetto fa. Tragic Arrogance che nonostante ne abbia castata solo una in tutto il torneo, resta sempre una signora radiale per molti match up dove, una volta risolta, a te resta molto e all’oppo la creatura più piccola possibile e gli occhi per piangere. Self-Inflicted Wound un'altra carta che ho rivalutato molto, dato che a mia sorpresa l’ho sideata dentro in quasi tutti i turni ed ha sempre fatto la sua bella figura. I restanti 5 scartini e price sono classica side da abzan aggro che è sempre meglio portarsi appresso.


A questo punto non mi resta che descrivere nella maniera migliore che ricordi i vari incontri da me disputati durante il torneo. Premetto che raramente la sera ricordo cosa ho mangiato a pranzo quindi, punto primo non ricorderò mai il vincitore dei dadi, punto secondo potrei fare qualche errore nelle descrizioni degli incontri quindi cercherò di descrivere solo i dettagli che ricordo veramente bene.



1° turno: Antonello Laricchiuta – Esper Dragons
si comincia, non speravo proprio di partire contro control, ma ormai è il terzo torneo di fila che parto contro esper e pazienza ci provo e basta senza fare troppe storie.
il G1 sembrava partire col piede giusto dato che l’oppo salta 4 land drop rimanendo così a con 3 terre per un tempo sufficiente a non controllare a pieno tutte le mie giocate, ma nonostante tutto riesce quasi a recuperare la partita quando lancia un Languish su un board con un errante 44 e un errante 11, forse sbagliando, rispondo con un abzan charm mettendo due segnalini sull’errante 11 e rimango con 7 bellissimi totteri, il mio turno pesco niente meno che Sorin, Solemn Visitor, l’oppo non ha abbastanza mana libero per counterare allora vado, 14 danni volanti oppo a 4 e io a 30, turno dopo piazza un Silumgar, the Drifting Death che mi fa effettivamente capire che se non fosse stato per sorin avrei pagato caro il mio non aver salvato uno dei due erranti al turno precedente, turno successivo, +1 di sorin attacco con tutto e si va al G2

side in : 3 thoughtseize 2 duress 2 evolutionary leap 2 herald of torment
side out: 2 fleecemane lion 2 ultimate price 1 abzan charm 1 hangarback walker 1 anafenza 2 dromoka’s command

del G2 non ricordo molto, riciclo un ruba pensieri per ben 2 volte e pesco anche un duress, faccio scartare in ordine Dig Through Time, Silumgar, the drifting death e l’ultima duress mi viene counterata per disperazione, ma ormai la sua mano è vuota e io ho campo libero e ancora un bel ruba pensieri in mano, ma l’oppo vede solo terre e anche il G2 finisce a mio favore.
una partenza fortunata per me, vinco in un matchup che non reputo dei migliori e sono felice, si va avanti


2°turno: 1 Alessandro  Santoro – GR Devotion
conosco Alessandro di vista e di fama e anche se è la prima volta che ci gioco contro mi aspetto un bel devotion cosa che infatti alla fine si rivela giocare, il G1 è infinito, dura forse 30 minuti se non qualcosa in più, 2 leoni mostruosi e una anafenza 66 riescono a tenere a bada le bestiacce a piedi che l’oppo mi gioca contro, ma quando una corda da 7 chiama una carinissima Hornet Queen , per me rimane ben poco da fare, si passa al g2

side in : 1 ultimate price 2 self-inflicted wound 3 tragic arrogance 2 herald of torment
side out : 4 hangarback walker 1 fleecemane lion 1 dromoka’s command 1 abzan charm 1 sorin

questa volta l’oppo non parte molto velocemente, anafenza scende di terzo e le rimozioni si vedono allegramente di 5° conferisco araldo del tormento su anafenza e lo porto a 3 punti vita, all’attacco successivo di anafenza con araldo, risponde nuovamente con una corda che chiama hornet queen, blocca con 2 pedine e tanti saluti ad anafenza, entra però in campo l’araldo e nella seconda main phase gioco Wingmate Roc che entra con il suo bell’amichetto, siamo 3 volanti contro 3 volanti, lui ha soli 3 punti vita ed io ho in mano una bella hero’s downfall, non mi resta che passare e sperare che non giochi altri volanti, ciò non succede, così al mio turno successivo lancio downfall sulla hornet queen e i danni volanti sono esattamente tre, siamo 1-1 e dato l’interminabile g1 sono appena stati chiamati i turni addizionali, di comune accordo decidiamo di non provarci nemmeno e chiudiamo sull 1-1
RG è l’unico mazzo che non volevo incontrare, felice del pareggio, prego di non vederne più per il resto della giornata, e così sarà.



3°TURNO 11  Mauro Petruzzella – Esper Dragons
terzo turno e un altro esper, non sono proprio felicissimo ma penso tra me e me ce l’ho fatta prima che la posso fare anche ora, e invece il g1 va proprio male, vince il dado, mi controlla bene e quasi subito risolve un dragonlord ojutai che in pochi turni chiude la partita, passiamo all’altra.

qui vengo illuminato mentre scorro tra le mani le carte della mia side, Self-inflicted wound, sacrifica una creatura verde o bianca, BIANCA, ojutai, la metto (queste sono le altre cose che mostrano quanto poco tempo sia riuscito a testare il deck prima del torneo)

side in: 3 thoughtseize 2 duress 2 evolutionary leap 2 herald of torment 2 self-inflicted wound
side out: 2 fleecemane lion 2 ultimate price 1 abzan charm 1 hangarback walker 1 anafenza
 1 dromoka’s command 2 wingmate roc

decido di giocare con 61 carte

il g2 non lo ricordo quasi per niente, se non fosse che parto abbastanza lento ma riesco a picchiare inizialmente di anafenza e poi di den protector che si era beccato anche un bel abzan charm per ingrossarlo oppo a 7 punti vita, io ne ho 14 e a terra c’è solo una den protector 54, in mano ho downfall e self-inflicted wound. Turno avversario, lui è al topdeck, pesca dragonlord silumgar, prende il controllo del mio den, noto davanti a lui un haven of the spirit dragon, ci penso, sul suo pass faccio caduta su silumgar, riprendo così il mio bel den che attaccando lo porta a 2 vite, sul mio pass l’oppo sacrifica la terra per riprendere silumgar dal cimitero, sta andando tutto come speravo, nel suo turno lo rigioca, si riprende il mio den e passa, io pesco anche siege rhino e scelgo cosa lanciare prima in caso di una sua counter ma non farebbe alcuna differenza, lancio self-inflicted wound niente counter, pronti per il g3

del g3 ricordo pochissimo se non walker di secondo e anafenza di terzo e una vittoria senza troppe difficoltà, l’oppo sembra un po’ infastidito mi spiace perché solitamente cerco di instaurare sempre un buon rapporto con l’avversario durante la partita, dato che sono un giocatore molto corretto e tranquillo e mi piace giocare con avversari altrettanto tranquilli e simpatici e rispettosi, a fine partita quasi non firma il fogliettino del risultato, e quando gli ricordo di firmare lui prende lo slip e con un gesto di stizza si firma XXX, vabbè, penso, capita a tutti di essere nervosi, mi dispiace e spero di ritrovarlo un'altra volta magari per giocare una partita più serena. Ma nel frattempo mi sento forte ho vinto ancora e in rimonta. posso cominciare a fare un pensierino alla top.



4° TURNO 21 Michele Colaianni – Abzan Control
ecco il momento della verità, gioco contro il deck che ho deciso di non portare e per di più gioco contro l’unico giocatore che al momento ha 9 punti.
il g1 è disastroso,  le parti sembravano invertite, l’oppo parte molto aggressivo e gioca una quantità di rhino tra mano e den protector che farebbero arrossire anche il miglior domatore del circo Orfei. Perdo malamente.

side in: 2 self-inflicted wound 2 tragic arrogance 2 evolutionary leap
side out: 1 hero’s downfall 2 ultimate price 2 hangarback walker 1 abzan charm

nel g2 parto abbastanza veloce ed aggressivo le mie creature riescono a farsi spazio grazie a qualche rimozione al punto giusto e poi ricomincia la battaglia dei rhino ma stavolta sono io ad avere la meglio 1-1 e si va al g3

side in: 2 thoughtseize 1 hero’s downfall
side out: 2 fleecemane lion 1 hangarback walker

essendo on the draw cerco di avere un assetto un po’ più controlloso, passatemi il termine, e soprattutto nel g3 si vede una carta che aspettavo da molto, riesco a giocare evolutionary leap di terzo turno lasciando l’avversario abbastanza stupito, la partita prende veramente una strada lunghissima, le sue rimozioni diventano quasi inutili perché non fanno altro che portarmi altre creature, ma incappo in un altro problema, a terra ho quasi esclusivamente painland, quindi quasi ogni azioni mi porta a perdere punti vita, la partita sembra durare in eterno, infatti arrivano i turni addizionali quando ho solamente 2 punti vita, pesco un rhino che mi porta a 5 e il board vede un paio di creature dalla mia parte e un paio di creature dalla sua, finisce 1-1 una partita veramente bella e sperimento la potenza dell’evolutionary leap che mi ha tirato avanti la partita e che se non fosse stato per le painland e per il poco tempo a disposizione, magari mi avrebbe anche fatto vincere. Nonstante fosse al suo primo evento competitive e non lo conoscessi Michele Colaianni si rivela un avversario tutto d’un pezzo, corretto e onesto, insomma un piacere giocare contro avversari come lui. Ormai sono a 8 punti la top e li devo solo vincere.



5°TURNO 22 Marco Dei Lazzaretti  - Abzan Walker
nonostante non sia proprio di vicino Monopoli, con Marco ormai è un abitudine giocare, nei miei ultimi 3 tornei i pairings ci hanno fatto incontrare 3 volte, quindi non ci sorprendiamo nemmeno quando ci vediamo entrambi assegnati al tavolo 4 .
G1 rapidissimo, parto molto più veloce di lui che si ferma su 3 terre e non riesce a rispondere a tutte le mie giocate. 1-0

side in : 2 tragic arrogance 2 self-inflicted wound
side out: 2 ultimate price 2 hangarback walker

il g2 è un po’ più combattuto, parte abbastanza bene ma riesco a rispondere ad ogni sua spell e ad andare in vantaggio sul board, gioco 2 rhino in 2 turni e lui non aveva nulla per pararsi, in mano ho una self inflicted wound e lui è rimasto a 2 punti vita, in pratica non ha più possibilità, e difatti gioca una anafenza che diventa il bersaglio valido per la mia vittoria, che sarebbe potuta arrivare anche solo attaccando. Stretta di mano 32 e si va in top, ora si fa sul serio.



TOP 8 Emanuele Pironti – GW hardened scales
comincia la top 8, ho un punteggio maggiore e inizio io, parto con una velocità incredibile, emanuele non fa in tempo nemmeno ad accorgersi che in pochissimo tempo chiudo il g1 iniziando a notare la presenza massiccia di protezioni ed indistrubbilità nel mazzo di emanuele, 1-0 per me.

side in: 2 self inflicted wound 2 tragic arrogance 1 ultimate price
side out : 2 hangarback walker 2 fleecemane lion 1 hero’s downfall

questa partita prende tutta un altra piega, riesco a tenrgli testa ma un idra divoramana mi crea qualche problema poiche si prende una protezione di troppo, sto quasi per chiudere il match grazie a 4 totteri quando sul campo si presenta un bel warden of the first three accompagnato da un hardened scales e un hangar back walker, devo trovare una soluzione e in fretta prima che cominci a recuperare troppe vite. Dopo un altro po di danni grazie ai miei totterini sono costretto a lanciare una tragic arrogance (la prima del torneo) salvando un mio tottero e il suo hangar back lui è rimasto a 5 vite grazie anche alla sua mana confluence, cerco di chiudere ma con un solo tottero 11 è un po difficile lo mando a 4 e lui piazza un altro bel walke 33 per mettermi ancora più pressione, è la mia ultima chance o la partita è persa, e poi ci sono cose che non si possono comprare, per tutto il resto topdeck siege rhino attacco con tottero e finisce la partita.



TOP 4 Paolo Marchese – Monored Aggro
inizio io G1 da dimenticare per paolo, pesca 8 delle sue 20 terre e usa molte burn spell per liberarsi delle mie creature, con un po di pazienza porto il G1 a casa senza problemi

side in : 1 ultimate price 2 duress
side out: 1 abzan charm 2 hagarback walker

G2 molto più amaro per me comincio a prendere sberle a destra e sinistra, gioco sorin ma solo per mettere un vampiro parante, lo riciclo con den protector e una volta rigiocato subisce ancora lo stesso trattamento nel frattempo i miei punti vita scendono vertiginosamente, a tal punto che mi trovo con 1 punto vita una morph a terra, 6 land a disposizione e 2 roc in mano, mentre l’oppo è al top deck, attacco col morph gioco roc con pedina amica e passo. Topdeck fiasco per Paolo (mi rivelerà successivamente che si trattava di un goblin heelcutter) turno mio smorpho den riprendo sorin lo rigioco, +1 guadagno 15 vite e GG, non riesco nemmeno a crederci, sono in finale !



FINALE Mauro Petruzzella – Esper Dragons
a volta il destino si diverte, e in finale mi ritrovo nuovamente contro Mauro, ma stavolta non ci farò molto caso, questa volta siamo in finale
inizio io ma il G1 ha sapore amaro per me, Ashiock per lui di terzo (che ovviamente si porta via una downfall ad ogni attivazione) e sorin per me di quarto turno e mi fossilizzo su di lui riuscendo a mettere l’emblema tre turni dopo, ma nel frattempo era arrivato anche il -10 di ashiok e grazie ad ashiok e dragonlord silumgar, Mauro riesce a tenere in campo più creature di quante l’emblema ne possa gestire e intanto il mio mazzo è dimagrito parecchio, niente da fare perdo di danni, d’ora in poi la strada è in salita.

decido di sideare precisamente come prima quindi

side in: 3 thoughtseize 2 duress 2 evolutionary leap 2 herald of torment 2 self-inflicted wound
side out: 2 fleecemane lion 2 ultimate price 1 abzan charm 1 hangarback walker 1 anafenza
 1 dromoka’s commandwingmate roc

 il G2 parte diversamente, scurvo bene e riesco a risolvere un evolutionary leap ( al che sento la vocina di uno spettatore che dice “che carta di M****”  io sorrido, il potenziale l’ho già visto so che mi porterà il game a casa) riesco a riciclare ogni creatura che dovrebbe morire, nel frattempo ashiok torna e si porta via il mio araldo del tormento, quasi subito giocato dall’oppo per tenere testa ai miei totteri volanti, ma tra attacchi dei miei totteri e trigger dell’araldo del tormento, i punti vita di Mauro iniziano a scendere lentamente ma inesorabilmente, a tal punto che si ritrova a 4 punti vita e mi basta risolvere un rhino e passare. 1-1 e l’evolutionary leap mi da una grandissima soddisfazione

Il G3 è fantastico ma si puo definire con tre parole “emblema di sorin”, questa volta riesco a controllare meglio la situazione con un paio di scartini e ashiok da pochissimo fastidio poiché il primo muore facilmente di downfall e nel frattempo il mio sorin a 7 segnalini fedeltà sgancia un bell’emblema, ormai il più è fatto dato che il vantaggio che aveva nel g1 non si è riproposto, siamo entrambi al topdeck ma io ho un eblema e sorin ancora vivo li in campo, metto pedina vampiro, il turno dopo pesco terra, e il turno dopo pesco araldo del tormento, equipaggio e in un paio di turni si porta la partita e il torneo a casa insieme ad una anafenza giocata subito dopo.

Marco Mazzone sulla sx
Sono riuscito a vincere il mio Primo PPTQ e per di più anche in casa ! una grandissima soddisfazione per me!

Vorrei chiudere con qualche ringraziamento

  • A Silvio Barletta che mi ha iniziato verso magic poco più di un anno fa
  • a Paolo Ippolito col quale testo i mazzi ogni volta,
  • a Pier Matteo Murro, che mi ha deviato verso il Balzo Evolutivo
  • ai miei compagni di Team, Francesco Lattarulo, Francesco L’abbate e Bruno Napolitano.

 

Grazie ancora a tutti e anche se so di essermi dilungato un tantino spero di non essere stato noioso!
Marco Mazzone

 

Ultimi articoli pubblicati:
[PPTQ Standard Fucecchio (FI) 06.09.15] UW Control by Leonardo Corretti [Top8]
[PPTQ Sealed Ivrea (TO) 06.09] Ritorno alle Origins by Daniele Piovano [Winner]
[PPTQ Standard Fucecchio (FI) 06.09.15] Temur Combo by Riccardo Locarini [Top4]





Da Marco Mazzone, Mercoledì, 16 Settembre 2015 15:21, Letta: 2806 volta/e  ^
Inserisci Commento dal Sito


Inserisci Commento da Facebook

Commenti dal Sito






MagicFriends.net, la Community di Riferimento in Italia sui Tornei di Magic the Gathering
Tutto il materiale contenuto in questo sito รจ tutelato dal diritto d'autore e protetto in quanto proprieta` della WotC
www.wizards.com Wizards 1994-2015 - MagicFriends.net Cookie and Privacy policy
magicfriends.net, magicfriends, magic friends, friends, sito magic, carte magic, deck, decks, decklists, liste, mazzi, mazzo, magic cards, cards, carte, mtg, magic the gathering, magic, tornei, top8, top 8, spoiler, standard, modern, legacy, extended, vintage, commander, pauper, draft, sealed, megic, metagame, adunanza
MOBILE MODE