Calendario Eventi

MF News

  MF News -> ARTICLE    [ Cerca ]  [Vai ai Commenti]  
[Modern Article, DZS Mi 08.02.15] Amulet Combo Primer by Fabrizio Cuocci [Top4]

Direttamente dalla Prima tappa della DZ Series di Milano, oggi Fabrizio Cuocci ci illustra in maniera approfondita il mazzo che dal Pro Tour Fate Reforged ha rivoluzionato un po' il Modern, che gli ha permesso di arrivare in Top4 al torneo DZ e riproposto poi al Pptq di Savona di ieri 15 Febbraio giungere nuovamente in semifinale...

Stiamo ovviamente parlando dell'esplosivo Amulet Combo! ;)

Enjoy!
MF Staff

separator

 

Ciao a tutti gli internauti di MF, sono Fabrizio Cuocci, in seguito al mio risultato al DZ series (top 4) mi è stato chiesto di fare un primer del mazzo che ho giocato nel torneo, Amulet bloom ed eccomi qui!

Parto con un affermazione chiara e decisa dicendovi che il mazzo non è dipendente in toto da Amulet of Vigor, convinzione di molti che superficialmente hanno etichettato così il deck. Fin dall’inizio della mia avventura con questo mazzo, più o meno 1 mese prima del DZ Series, ho cercato di capire come potesse il deck fare così buoni risultati pur essendo dipendente dal piccolo artefatto. Cercherò di spiegarvi come questo non sia affatto vero.

Innanzitutto analizziamo le varie parti del deck:

  • Creature
    Le creature sono sostanzialmente 3 di main: Primeval Titan, Azusa, Lost but Seeking e la piantina prodotta dalla Khalni Garden. Alcune liste introducono Simian Spirit Guide per avere un mana aggiuntivo per velocizzare alcune fasi di gioco in assenza di amuleto, per darci l’apertura più forte possibile a turno 1 e per migliorare alcune mani fast in compagnia di Azusa (vedremo dopo le varie combinazioni a disposizione). Il Titano ovviamente è la nostra chiusura principale potendo chiudere in singolo attacco con haste oppure potendo incidere sul gioco a recursione (anche questo lo vedremo dopo nella sezione delle combo). Azusa invece è la versione con i piedi di Summer Bloom, il vero signore del mazzo. Il fatto di poter castare più lande nello stesso turno ci consente di proporre velocemente le nostre minacce e di poter eseguire non pochi trick, tra i quali c’è il segreto per il quale il mazzo non necessita di amuleto per giocarsi le partite. Altre creature possono essere giocate in side in funzione del meta ma lo vedremo successivamente.

  • Permanenti non terra
    Tra i nostri permanenti non terra compaiono ovviamente gli Amulet of Vigor, Hive Mind ed Engineered Explosives. L’amuleto è un perno interessante del mazzo che può consentirci di chiudere fast le partite o aprirle altrettanto fast, ma anche di poter attivare, in turni più avanzati, tante delle forti trick del Titano con le terre del mazzo. Hive Mind è la chiusura secondaria del mazzo che sfrutta i patti verdi, blu e nero che arricchiscono la lista. Hive Mind risulta essere una chiusura ma anche una difesa, eh si, poter castare l’incantesimo molto rapidamente può vedere compromessa una partita giocata da qualsiasi controllo (esempio scapeshift o UWR) contro il nostro deck. L’esplosivo in mono copia di main ci fornisce diverse soluzioni difensive, è innanzitutto un ottimo temporeggiatore contro gli aggro del formato, ci difende da eventuali lock che alcuni mazzi ci possono proporre di main e consente una potenziale uscita dalla carta più fastidiosa di main che possiamo incontrare: Blood Moon. L’esplosivo, per chi se lo chiedesse, è tutorabile, quindi averlo in mono copia non lo rende poco utile.

  • Reparto spell
    Tra le spell intoccabili del mazzo si annoverano: Summer Bloom, Serum Visions, Summoner’s Pact, Pact of Negation e Slaughter Pact. Summer Bloom è il vero motore del mazzo, ogni apertura, chiusura o turno pericoloso passa da lui. E’ l’arma che ci fa chiudere a turno 2 o 3 in cooperazione con l’amuleto, ma è il segreto stesso del mazzo in assenza del piccolo artefatto. Grazie a Summer Bloom infatti si possono castare più lande in un turno e soprattutto far fruttare le bounceland potendo ricastare la landa rimbalzata aumentando il nostro apporto di mana in campo. Ma Summer Bloom consente la maggior parte dei trick nascosti tra il set di terre che abbiamo e le stesse bounceland. Il patto verde è lo strumento per avere potenzialmente 8 titani nel mazzo in ottica pescate o 7 azusa. Ma non solo, come vedremo tra le combo, il patto verde è il fulcro di una recursione micidiale contro molti mazzi. Il patto blu è un arma di protezione molto utile in diverse situazioni di chiusura imminente ma anche una difesa all’occorrenza dalle minacce avversarie. Il patto nero invece offre un’arma di sgombero per eventuali chiusure e una difesa a costo 0 non sempre attesa. La forza di questi strumenti è maggiorata dal fatto che siano tutti tutorabili da Tolaria West. Visione del siero è ovviamente il peschino per eccellenza nel formato (viste le morti per Ban di molti altri).
  • Le Terre
    La risorsa aggiunta del mazzo sono le terre, tra esse ci sono le parti della combo: Slayers’ Stronghold, Sunhome, Fortress of the Legion e Vesuva; poi ci sono le terre che forniscono supporti in varie condizioni di gioco: Radiant Fountain per le vite contro aggro, Cavern of Souls per ovvi motivi, Khalni Garden che ci da la preziosa piantina che para, difende Titano da Liliana e… uccide gli opponent (vero Alvaro?), ma anche terre come Ghost Quarter e Bojuka Bog prevalentemente giocate da side; le bounceland, preziose armi che rendono possibili tutte le combo e il cast in tempi brevi del Titano o di Hive Mind; va menzionata come carta a se Tolaria West un’operaia di incredibile valore, tutora in maniera incounterabile ogni pezzo tra le terre, i patti, l’esplosivo, rendendosi fondamentale anche per la recursione col Titano; le multicolore del mazzo invece sono Città d’Ottone (o Mana Confluence che per pigrizia non ho cercato e comprato, motivo della sua assenza nel mio mazzo), Tendo Ice Bridge e Gemstone Mine, queste ultime due hanno maggiore valore nel deck potendo essere rigenerate grazie a una bounceland; unica ma non da sottovalutare, la mono foresta base, motivo per il quale Blood Moon è dolorosa se non gestita, ma se in mano nostra post side risulta essere una preziosa garanzia contro la Luna cattiva.

 

Queste sono le parti principali del mazzo. Ci sono alcune varianti nella struttura delle terre come potrete vedere da varie liste sul web, l’unica variante di main riguarda la presenza o meno di esplosivo e di scimmia spirito guida, una scelta dettata dal giocatore e dalle sue aspettative nel meta. Avere o meno una difesa da aggro o blood moon di main e/o poter contare su partenze particolarmente esplosive potendo ottimizzare anche Azusa, sono le motivazioni che possono spingerci ad applicare queste varianti. Menziono spesso Azusa in discussioni con la scimmia perché, come potrete scoprire giocando un po’ il mazzo, alcune partenze fast sono limitate da Azusa per la mancanza di esattamente 1 mana, il quale permetterebbe invece di castare il titano o hive mind nel turno stesso dell’ingresso della nostra piccola operaia. A voi la scelta in questo caso.

In merito alle terre, alcuni giocatori hanno sostituito Khalni Garden con Inkmoth Nexus per avere una terra in più che entra stappata e capace di offrire una solida chiusura volante quando il Titano è “occupato” da altri impedimenti. Spesso la scelta della terra infettante si accompagna a quella dell’introduzione di Kessig Wolf Run, per dare più rilievo alla minaccia. Non mi metterò a farvi conti astrusi di mana che avrete modo di fare voi sperimentando il deck, posso però anticiparvi che per sfruttare la terra svolazzante avrete bisogno di un notevole apporto di mana che non la rende ottimale. In ambito difensivo invece considerate questo: la piantina di khalni garden può immolarsi per un blocco e, grazie a una bounceland e Azusa o Bloom può ricomparire sul campo, a differenza di una Inkmoth che morirebbe facendoci perdere anche un mana prezioso per lo sviluppo del gioco.

 


Veniamo alla combo e alle trick tanto citate prima.

Principale combo di chiusura con il nostro Gigante (ricordatevelo quando castate la Cavern of Souls prima di vedervi counterato ignobilmente il vostro Titano) con amuleto in campo e 2 mana stappati o 0 mana stappati e 2 amuleti: Titano entra triggera e prende Slayers’ Stronghold e Boros Garrison che si stappano e danno haste al titano, quindi bounce su una qualsiasi terra non Boros (se avete due amuleti date due volte haste al titano ma soprattutto +4/+0); quindi attaccate e triggerate di nuovo l’abilità di titano che questa volta prenderà Sunhome e Vesuva che copia la bouceland Boros e stappandosi ci permetterà di dare doppio attacco al titano che farà 16 danni, o 20 se avevamo 2 amuleti e abbiamo usato due volte Slayers’ Stronghold. Vi ricordo inoltre che Slayers’ Stronghold oltre a haste e +2/+0 da al titano cautela!

Ma ovviamente non sempre potremo/vorremo fare questa cosa. A volte avremo modo di castare il Titano senza poter fare l’attacco (per esempio perché gli avversari hanno modo di difendersi con creature o per il timore di una possibile rimozione o ancora perché contro Twin il nostro avversario potrebbe tappare il nostro titano) ma, se il nostro amuleto è in campo, avremo modo di avviare una fastidiosa recursione tutorando grazie al titano appena entrato Simic Growth Chamber e Tolaria West che, per effetto di amuleto si stapperanno, potendo attingere 2 mana blu e 1 verde rimandare la Tolaria appena prese per effetto della bounceland e usarla per tutorare un patto verde che ci farà castare all’occorrenza un altro titano il prossimo turno. Non sottovalutate la possibilità di compiere questa recursione perché gestire 1 titano può essere fattibile ma gestirne 4 titati in 4 turni successivi forse no.

A questa principale combo possiamo accostare una serie di alternative più che valide, come la possibilità di chiudere con la combo rappresentata da un patto del colore giusto e Hive Mind. Ricordo che abbiamo patti per 3 differenti colori i quali, eccezion fatta per quello verde, richiedono un target. Mentre per il patto blu è sufficiente una qualsiasi spell aggiuntiva castata dopo hive mind, per il patto nero torna utile la nostra preziosa piantina di Khalni Garden qualora non ci fossero creature in campo ricordandoci che è tutorabile dalla preziosa Tolaria West.

Ricordatevi anche che la piantina e Azusa possono attaccare, non pensate che solo il titano possa condurvi alla vittoria.

 

Veniamo al Side.

Qui le carte a disposizione abbondano e sono da valutare in funzione del meta: 

  • Engineered Explosives: non li sottovalutate perché vi ricordo essere tutorabili con Tolaria West e utili contro aggro spinti per guadagnare turni, oltre che essere una potenziale difesa da permanenti scomodi come la solita luna;

  • Anger of the Gods o Firespout io ho giocato il primo ma bisogna ammettere che, per costo specifico il secondo può essere migliore anche se non è da sottovalutare l’abilità di Anger che rimuove carte scomode come Kitchen e Voce poiché potrebbero esserci letali in alcuni match;

  • Calice del nulla: indubbiamente potrebbe tornare utile rendendoci un grande servigio contro uno dei peggiori match up del mazzo rappresentato da infect che vedrebbe pero’ decadere le opportunità di vittoria in vista di un calice da 1 magari post amuleto (vi ricordo che se avete fatto amuleto al 1° turno, al secondo potete, con l’aiuto di una bounceland, produrre 3 mana, suffienti a castare un ultima spell a 1 seguita dal calice da 1 o fare amuleto, bounceland, calice). Il calice però ha anche funzione di protezione per titano contro mazzi a supporto Bianco che hanno come unica soluzione Path to Exile;

  • Sigarda, Host of Herons: una creatura sicuramente molto utile contro liliana e all’occorrenza rg tron che ci contrappone un emrakul in tempi brevi. E’ una creatura che ci garantisce di mettere in estrema difficoltà Abzan che comunque non si trova favorito nel match up;

  • Baloth Testardo: è un ottimo pezzo contro lo stesso Abzan per l’abilità finché è nella nostra mano ma soprattutto contro mono red per via del body anti fulmine e delle 4 preziosissime vite;

  • Seal of Primordium: carta essenziale contro Blood Moon e contro Twin che non è certo un ottimo match up, ma questo incantesimino può ribaltare la situazione e quindi lo consiglio caldamente anche in 4 copie essendo sfruttabile anche contro affinity;

  • Leyline of Sanctity: un incantesimo a mio avviso indispensabile per contrastare gli scarti di Abzan e i botti di mono red, non meno di 3 copie devono fare parte del nostro side a mio giudizio;

  • Bojuka Bog: terra che rimuove i cimiteri è palesemente lì per contrastare Living End, match up contro cui non ho testato ma ritengo abbastanza ostico e dipendente dalla velocità delle mani dei due deck ma per ovvi motivi non vorrei darvi suggerimenti sbagliati, da provare;

  • Ghost Quarter: beh in un meta con terre che si animano, che eruttano, che fanno combo con Artefattoni molesti (Domina Mente) direi che è la candidata numero 1. Altra peculiarità indiscussa che la rende favorita su Tectonic Edge è che può distruggere una terra del trono prima che questo venga montato o in alternativa una nostra terra per porre sul campo la nostra preziosa e solitaria foresta, cosa non da poco viste le precedenti considerazioni su blood moon;

  • Wurmcoil Engine: anche se io non l’ho adottato, lo inserisco tra le carte utilizzabili nel side facendo però una riferimento a un argomento durante l’intervista che mi è stata fatta in torneo. Mi è stato chiesto di commentare la scelta di Cohen al Pro Tour che, giocando Amulet Bloom, ha scelto di inserire Ancient Stirring al posto di Summoner’s Pact. Sul momento mi è parsa una follia assoluta viste le recursioni e le possibilità di tutorare patto con una terra e non di meno in previsione di combo con Hive Mind. Analizzando la lista di Cohen però si può notare che le modifiche apportate per l’introduzione di Ancient Stirring non riguardano il prezioso patto verde, presente invece nelle sue canoniche 4 copie, ma l’eliminazione di 1 terre scendendo a 27 (le liste classiche ne sfruttano 28), la cancellazione dell’esplosivo di main e l’eliminazione dei 2 Gioco di Prestigio o Scimmie spirito guida in funzione della lista di riferimento. In vista di questa interessante e valevole scelta (stirring può setacciare il mazzo alla ricerca di amuleto o landa di nostra necessità) possiamo valutare un side che possa sfruttare e valorizzare questa forte carta di main dandoci così modo di introdurre un forte compagno di giochi che ci può fornire non poche vite e del fastidio per i nostri avversari;

  • Thragtusk: una creatura che, al pari di baloth testardo può regalarci delle vite e dare del filo da torcere alle rimozioni dei nostri avversari, io personalmente non l’ho testato, ma non lo trascurerei avendo sentito da Stefano Biasio (che al DZ di domenica ha portato lo stesso Mazzo in build differente) valutazioni favorevoli in merito al suo contributo in gioco cit. “E’ perfetto per uccidere Rhino lasciandoci un vantaggio e contro Monored per  le vite”, non dimenticando che è tutorabile essendo verde;

  • Hornet Queen: mostro verde che adora gli aggro sciame, il mostro che può ripulire il board infestato di balene di mazzi come GW pali. Non aggiungo altro perché è un altro pezzo che non ho voluto utilizzare vista la poca propensione a far uso di GW negli ultimi tempi.


Va fatta una precisazione molto importante per chi volesse intraprendere l’avventura con questo mazzo: probabilmente al pari di Affinity è molto importante saper leggere la mano iniziale e le sue potenziali evoluzioni perché spesso dipende da lì l’esito più o meno favorevole della vostra partita. Non partite con il piede sbagliato pensando che l’assenza di amuleto nella mano di partenza significhi mulligan, analizzate e pensate sempre che la presenza di Azusa o bloom invece può essere un sufficiente motivo per tenerla se il resto della mano è interessante. Oltre alla presenza di Azusa e Bloom, fattore importantissimo, è il tipo di terre a nostra disposizione, ovviamente una mano piena solo di bounceland è da scartare a priori :P.


Parlando di sidate vi troverete spesso a considerare il mazzo un combo puro quindi come regola generale non esagerate nell’alterare il vostro deck, quindi non più di 4 o 5 carte dovranno cambiare. La stabilità e la sua velocità spesso sono la migliore risposta contro ogni match up.

La regola generale per la sidata è basata su 2 domande che dovete farvi: se il mazzo avversario è fast o lento e se possiede armi come counter e rimozioni. In funzione delle risposte che darete a queste due domande potrete scegliere le side-out. Se giocate con un aggro spinto come monored e affinity, side-out saranno Hive Mind e Pact of Negation, mentre se giocate con un mazzo lento come UWR control allora toglierete Radiant Fountain ed eventuali Simian Spirit Guide. Se il mazzo possiede rimozioni o counter la nostra scelta di side-out può ricadere su qualche Azusa nel primo caso e Sleght of Hand piuttosto che Simian Spirit Guide in funzione della vostra lista nel secondo caso. Ovviamente a queste possono essere aggiunte altre carte che valuterete non fare nulla nel match up in questione. Preferisco essere sommario nel darvi queste indicazioni perché non voglio darvi suggerimenti errati, preferisco siate voi a prendere la decisione ultima in merito ma, come è successo per me, credo che queste linee guida possano aderire a qualsiasi lista decidiate di montare e possano essere preziose per gestire al meglio il deck.

 

Con questo si conclude l’analisi del Mazzo e della sua side. Alla base di queste informazioni e di un po’ di test la mia scelta per il torneo DZ Series di Milano è stata questa:

 

 


// DZ Series Modern 08.02.15 - Top4
# Fabrizio Cuocci - Amulet Bloom

Maindeck:
Gemstone Mine
Simic Growth Chamber
Tolaria West
Gruul Turf
Cavern of Souls
City of Brass
Tendo Ice Bridge
Khalni Garden
Sunhome, Fortress of the Legion
Slayers' Stronghold
Forest
Vesuva
Boros Garrison
Golgari Rot Farm
Selesnya Sanctuary
Radiant Fountain
Primeval Titan
Azusa, Lost but Seeking
Summer Bloom
Serum Visions
Summoner's Pact
Sleight of Hand
Pact of Negation
Slaughter Pact
Amulet of Vigor
Hive Mind
Engineered Explosives

 



Sideboard:
Engineered Explosives
Leyline of Sanctity
Anger of the Gods
Seal of Primordium
Obstinate Baloth
Sigarda, Host of Herons
Ghost Quarter
Bojuka Bog




Il torneo è andato bene sia per gli ottimi match up che per il risultato, vi riporto un breve report.

Turno 1- vs RG Tron: vinco 2-1 dopo una partenza scadente nella prima complice un mulligan infelice vincendo agilmente le altre due.
1-0


Turno 2- vs Abzan: il match up è ancora in mio favore e raccolgo dal mio avversario preziose informazioni su errori durante la partita che perdo, ne faccio tesoro per il resto del torneo e concludo con un 2-1 che mi fa procedere spedito.
2-0


Turno 3- vs Abzan: Beh i match up favorevoli si sprecano quindi sono sereno e gioco la mia partita, onestamente non ricordo se ho vinto la prima e poi perso la seconda o viceversa ma quel che conta è che vinco la terza… quasi. Nel turno in cui devo dare il colpo di grazia al mio inerme avversario, dimentico di pagare il patto verde e muoio nel peggiore dei modi, 1-2 e un buuuuhhh a me.
2-1


Turno 4- vs Affinity: Il match up è dalla mia anche se la velocità del mazzo avversario fa sempre un po’ temere, fortunatamente le mani del mio oppo non sono rapide e io chiudo entrambe in scioltezza grazie a due mani, soprattutto la secondo, di considerevole solidità e velocità. 2-0
3-1


Turno 5- vs Twin: Qui il match up è pessimo per Blood Moon e la combo del mazzo avversario, ma due mani di partenza coperte da esplosivo di main e Seal of Primordium da side mi fanno giocare tranquillo e all’attacco. 2-0
4-1


Turno 6- vs Infect: Peggio che andare di notte a fari spenti, orribile match up e pure in streaming. Ma il mio mazzo è ignorante e non sa che siamo di fronte a un brutto match up così lo trasforma in facile complice due mani al limite del mio amico e avversario di turno che non vede premiati i suoi azzardi. 2-0
5-1


Turno 7- vs U Tron: non posso pattare perché in 9 siamo a pari punti così gioco. Il mio avversario nella prima non compone il trono e io la spunto tranquillo. Nella seconda lui mulliga a 6 tiene con risposte al mio titano che viene prima rimandato e poi inibito da un Torpor Orb ma avevo Hive Mind di mano iniziale e chiudo mentre il mio avversario non può opporsi avendo saltato un land drop per eventuale counter.

 

Primo in svizzera entro nella Top 8 già contento per il risultato raggiunto alla prima uscita con il mio deck.

 

Quarto di Finale vs Rwg Burn: La prima sono in arrancata totale e quando penso di aver superato il peggio muoio passando da 12 a 0 in un turno. Nella seconda nonostante il Leyline il mio avversario mi propone una tripletta di creature che mi manda a 1 grazie solo all’intervento di Radiant Fountain e Baloth Testardo e, lo stesso mostriciattolo in coppia con un titano il turno successivo, mi rimette in corsa per la semifinale facendo fare al mio oppo un 20 to 0 in singolo attacco. Partita 3 è senza discussioni, entra Titano al 2° turno e le velleità finiscono di li’ a poco.


Fabrizio Cuocci - Foto by Alessandra FarinaSemifinale vs Twin: Qui la cosa anche sotto telecamere finisce abbastanza in fretta. Una Blood Moon a turno 3 mi fa concedere subito la prima partita. Nella seconda un colpo di coda del mio mazzo mi fa godere di una vittoria di piantina 4/1 e Titano. Ma alla terza ancora una Blood Moon di terzo turno mi annienta, pur avendo io il Seal of Primordium risolutivo ma senza l’adorata foresta a proteggere i miei colori.

 

Voglio subito dirvi che per ciò che mi riguarda il mazzo è divertente, spassoso, competitivo e veramente solido. Per chi mi conosce sa che sono molto restio a dare tali giudizi a un deck da moltissimo tempo, ma mi ha felicemente smentito con questa giornata di torneo al di là del risultato che l’ha resa memorabile. A rendere il tutto comunque veramente piacevole sono stati i miei avversari che, in un ambiente dove il rosik è decisamente dietro l’angolo e le persone sgradevoli proliferano come nelle abilità di certe espansioni, mi hanno stupito positivamente, mi auguro di incontrare questo spirito anche nei prossimi eventi.


Finisce qui la mia analisi e il report. Spero di aver dato degli ottimi spunti di lettura per conoscere un pochino meglio un mazzo che ritengo essere molto più forte e decisamente più spassoso da giocare di molti orrori del formato povero di brio.

Alla prossima spero e, siate buoni nelle critiche che sarò felice di ignorare ;) hihihihihi
Fabrizio Cuocci

 

 






Da Fabrizio Cuocci, Lunedì, 16 Febbraio 2015 15:37, Letta: 5982 volta/e  ^
Inserisci Commento dal Sito


Inserisci Commento da Facebook

Commenti dal Sito






MagicFriends.net, la Community di Riferimento in Italia sui Tornei di Magic the Gathering
Tutto il materiale contenuto in questo sito รจ tutelato dal diritto d'autore e protetto in quanto proprieta` della WotC
www.wizards.com Wizards 1994-2015 - MagicFriends.net Cookie and Privacy policy
magicfriends.net, magicfriends, magic friends, friends, sito magic, carte magic, deck, decks, decklists, liste, mazzi, mazzo, magic cards, cards, carte, mtg, magic the gathering, magic, tornei, top8, top 8, spoiler, standard, modern, legacy, extended, vintage, commander, pauper, draft, sealed, megic, metagame, adunanza
MOBILE MODE